15 Dicembre 2016

Progetti

 

LINEE STRATEGICHE E VALORI DI RIFERIMENTO
La cooperativa intende rafforzare le sue capacità imprenditoriali per favorire la stabilità dei lavoratori coinvolti e l’inserimento di nuovi soggetti svantaggiati. Il consolidamento delle attuali attività e la diversificazione sono l’obiettivo strategico individuato dal Consiglio di amministrazione e confermato sia dai lavoratori che dai soci.

La cooperativa basa la propria azione sui valori di solidarietà verso i più deboli e della democrazia nella gestione e organizzazione interna.

I BISOGNI A CUI SI VUOLE RISPONDERE
Il lavoro è un fattore che permette a tutte le persone di sentirsi parte attiva della comunità, di sentirsi utili agli altri e a se stessi. Il lavoro è quindi un dovere ma anche un diritto e chi, per vari motivi, non riesce a inserirsi nel mercato del lavoro rischia di rimanere ai margini della società.
Sul territorio  continua ad essere forte il bisogno di persone che “domandano” di essere inserite nel mondo del lavoro. La cooperativa ORIZZONTE intende dare risposta a questo “BISOGNO” creando opportunità lavorative e “inserendo al lavoro i soggetti più deboli” in accordo con i le istituzioni locali e i servizi preposti.

ANDAMENTO 2018 E PROSPETTIVE FUTURE

Per l’anno 2018 si conferma l’andamento positivo di tutte le attività della cooperativa e l’avvio di una nuova importante attività. Tale commessa consiste nell’assemblaggio di piccole apparecchiature elettroniche per conto terzi. Per avviare l’attività nuova è stato realizzato un piccolo laboratorio presso la lavanderia in Talamona e sono state assunte tre donne provenienti dalla ditta NORDGAS che ha decentrato le proprie attività da Talamona nel lecchese.
Per quanto riguarda il settore “manutenzione del verde” sono stati effettuati investimenti per migliorare e potenziare i macchinari e le attrezzature in uso. Ciò ha permesso di acquisire ulteriori commesse che richiedono un’alta qualità di esecuzione. Anche il settore “pulizie” ha avuto sviluppi sia sul fronte delle pulizie di uffici che di pulizie industriali e stradali. In particolare, presso la ditta Ghelfi Ondulati di Buglio in Monte, il servizio molto impegnativo di pulizia e “gestione presse idrauliche”, è passato interamente alla cooperativa ORIZZONTE con un notevole aumento di responsabilità, di coordinamento e controllo del servizio. Grazie a questi incrementi di attività le ore lavorate sono aumentate di circa il 18 % rispetto all’anno precedente.
Durante l’anno sono continuati i contatti e la collaborazione con il FAI (Fondo Ambiente Italiano) per l’analisi di sviluppo del loro progetto sull’alpeggio Madrera-Pedroria. A questo proposito la cooperativa ha eseguito un intervento di ristrutturazione di un manufatto in pietra denominato “calecc”, anticamente adibito a ricovero dei pastori, situato nel suddetto alpeggio di proprietà del FAI. La consolidata collaborazione con il FAI, che si allarga anche alle aziende agricole locali, prevede ulteriori sviluppi a medio lungo termine.

Le scelte operate negli ultimi anni hanno privilegiato dal punto di vista organizzativo la crescita e rafforzamento del gruppo di direzione e coordinamento che ha lavorato in stretto contatto con il consiglio di amministrazione. Ciò ha permesso di avere una struttura snella e rapida nelle decisioni. Resta carente la crescita dei responsabili delle squadre di lavoro in quanto non sempre si è trovato personale idoneo e disponibile a svolgere questo importante ruolo di raccordo tra gruppo dirigente e lavoratori.
Per i prossimi anni si tenderà a potenziare il ruolo dei soci, dei lavoratori e a migliorare il loro benessere sia in cooperativa che nella vita famigliare. A questo scopo saranno prese iniziative nell’ambito del welfare aziendale, con attenzione ai collegamenti con le iniziative di welfare di comunità sul territorio.
Per quanto riguarda lo sviluppo aziendale non si prevede necessariamente una crescita quantitativa ma un consolidamento e miglioramento qualitativo dei servizi erogati ai clienti. Si ritiene strategica la scelta di rafforzare la collaborazione con aziende private e altri soggetti del terzo settore con l’obiettivo della crescita reciproca. In particolare, come già deliberato dalle precedenti assemblee dei soci, verrà privilegiato il settore agro-silvo-pastorale a partire dal progetto di recuperod ell’alpeggio Madrera-Pedroria.